Rimuovere eternit a Miradolo Terme ? Chiama il 333.4948890 e risolvi il problema a partire da 7 euro/Mq.

Chiama il 333.4948890 per informazioni sulla bonifica di amianto a Miradolo Terme (PV). Parla con un tecnico di una azienda autorizzata allo smaltimento di eternit.

Costa molto smaltire amianto a Miradolo Terme (PV) ? Le normative cosa impongono per la bonifica di amianto a Miradolo Terme (PV) ?

Se vuoi essere contattato per posta elettronica compila il FORM in tutti i campi obbligatori contrassegnati da (*) , riceverai una risposta al più presto.

Il tuo nome (*)

La tua email (*)

Telefono (*)

Fax

Indirizzo immobile (*)

Località (*)

Seleziona la tipologia del lavoro da eseguire (selezioni multiple con il tasto CTRL) (*)

Oggetto (*)

Il tuo messaggio. Inserire le quantità/superfici per un preventivo più preciso (*)

Allegato

Digita i codici sotto riportati (*)
captcha

Informativa sulla Privacy*

Do il mio consenso al trattamento dei dati .

CONOSCIAMO L’AMIANTO. L’amianto, pur essendo conosciuto sin dall’antichità, ha trovato rilevanti applicazioni solo nel ventesimo secolo, in particolare come coibente in edilizia, negli impianti termici e nella cantieristica. Tuttavia, nonostante le eccezionali caratteristiche tecniche del minerale ne abbiano favorito un impiego massivo in quegli anni, la sua dimostrata pericolosità per la salute, venuta progressivamente alla luce a partire dai primi decenni del secolo scorso, ne ha più tardi imposto l’abbandono. Tale pericolosità è strettamente correlata anche alla particolare sottigliezza delle sue fibre, che tendono a sfaldarsi dividendosi longitudinalmente, rimanere sospese in aria, per poi essere respirate dall’uomo. E’ quindi necessario ridurre il più possibile l’inalazione e non disperderle nell’ambiente per eliminare il rischio di tumori (principalmente a carico di polmone, pleura, laringe). La legislazione vigente in materia ne vieta l’utilizzo dai primi anni 90 del secolo scorso, promuove la realizzazione di attività di decontaminazione e bonifica ambientale e prevede, in particolare, la sottoposizione a controlli sanitari, seriati nel tempo, a carico di ex lavoratori esposti in passato.

La problematica amianto ha assunto particolare rilevanza nel territorio pavese e di conseguenza anche nel comune di Miradolo Terme , principalmente a causa della nota presenza di varie realtà aziendali che hanno operato nel settore, tra le quali in particolare la Fibronit di Broni, il cui stabilimento, a partire dagli anni ‘30 dello scorso secolo, ha prodotto grandi quantitativi di manufatti in cemento-amianto destinati prevalentemente al settore edile, con loro conseguente massivo utilizzo, per fattori di vicinanza produttiva e quindi facile reperibilità ed economicità del prodotto, specie nelle zone immediatamente limitrofe.
Importanza preventiva fondamentale ai fini del contenimento dei danni per la salute da asbesto è costituita dalla valutazione del livello di degrado dei materiali che lo contengono, in quanto, se accentuato, favorisce, attraverso la dispersione di fibre in aria, una maggiore pericolosità per la popolazione di Miradolo Terme.  In questi casi l’intervento di bonifica costituisce obbligo per il proprietario qualora l’esito della valutazione del livello di degrado, operata da figure professionali che abbiano specifiche competenze, lo renda necessario.  A tal proposito la Legge Regionale n°17/03 ed il Piano Regionale Amianto (PRAL) hanno assunto come obiettivo:

  • salvaguardia del benessere delle persone rispetto all’inquinamento da amianto
  • prescrizione di norme di prevenzione per la sua bonifica, ove presente
  • promozione d’iniziative di educazione ed informazione per ridurne la presenza sul territorio

Il PRAL, in particolare, individua una serie d’azioni per il perseguimento di tali finalità ed ha come obiettivo ultimo la completa eliminazione dell’amianto dal territorio di Miradolo Terme.

Cosa fare in presenza di amianto a Miradolo Terme ? Per edifici di Miradolo Terme costruiti prima del 1994 occorre prestare attenzione in caso di lavori di ristrutturazione, riparazione o risanamento, in quanto è possibile ancor oggi riportare alla luce materiali che lo contengono. Per questo motivo è fondamentale saperli riconoscere e sapere come intervenire se si sospetta la presenza di amianto adottando, in particolare, adeguate misure protettive.

Come procedere nel caso di necessità di intervento di bonifica a Miradolo Terme ? Si dovrà incaricare una ditta specializzata con specifici requisiti che applicherà le norme di legge previste dal Dlvo 81/08 titolo IX capo III. La stessa ditta provvederà ad inviare all’ATS competente il Piano di lavoro (con modalità telematiche- applicativo GEMA), indicante le modalità operative di effettuazione dell’intervento a Miradolo Terme. Qualora non vengano impartite vincolanti prescrizioni, i lavori potranno tacitamente essere avviati a decorrenza del 30esimo giorno dalla data di presentazione del piano all’ATS territorialmente competente per Miradolo Terme, fatto salvo i casi a richiesta “urgente” per i quali, una volta accettata l’urgenza, la decorrenza potrà essere abbreviata previa comunicazione di data ed ora dell’intervento.

Come procedere in caso di smaltimento di lastre a terra nel territorio di Miradolo Terme ? Va ricordato che è vietato l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e l’immissione di rifiuti di qualsiasi genere nelle acque superficiali o sotterranee. Anche in questi casi occorre rivolgersi ad una ditta specializzata con specifici requisiti. E’ accettata in questi casi la procedura agevolata presentando la sola notifica. Quando non si tratti di lastre esplicitamente abbandonate (generalmente in campagna o lungo i cigli delle strade di Miradolo Terme), è opportuno integrare la notifica con una dichiarazione del proprietario inerente le circostanze fattuali ed allegando eventuali immagini fotografiche.